16 Aprile 2012

Caratterizzazione di un incollaggio di un componente funzionale su supporto vetroresina

Descrizione del caso
Il nostro cliente è un produttore di vasche idromassaggio ed aveva l’esigenza di verificare la possibilità d’installazione dell’idrogetto sulla vasca mediante operazione di incollaggio.
Ci è stato commissionato lo svolgimento di test di resistenza al distacco su una serie di adesivi, con l’obiettivo di individuare il prodotto idoneo all’incollaggio e alla sigillatura della flangia di supporto dell’idrogetto al retro della vasca idromassaggio.

Parti da accoppiare per incollaggio
(aderendi)

  1. Flangia (140x152) mm in PMMA realizzata mediante processo d’iniezione.
  2. Retro vasca idromassaggio realizzata in GFRP mediante processo a stampo aperto spray-up e lavorata meccanicamente con operazione di fresatura.

Materiale consegnato per i test
(campioni di prova)

  • N° 30 flange in PMMA.
  • N° 10 lastre in GFRP (300x450) mm con finitura.

Specifiche definite per la selezione dell’adesivo
La selezione dell’adesivo è avvenuta ricercando prodotti aventi le seguenti caratteristiche:

  • buona adesione sulle 2 tipologie di aderendi;
  • buona lavorabilità;
  • funzione di sigillante;
  • ottima resistenza all’acqua;
  • allungamento alla rottura minimo: 200%;
  • soglia minima di resistenza alla trazione: 2,0 MPa;
  • colore bianco;
  • tempo aperto: 10/30 min;
  • velocità di reticolazione minima: 3 mm/24h.

Metodologia di sperimentazione
La fase di sperimentazione prevede:

  • indagine preliminare su n° 5 prodotti selezionati volta a verificare l’adesione sulle due tipologie di aderendi. L’output di questa fase è l’individuazione di n° 3 prodotti con valori di adesione non inferiori a 2,0 MPa e rotture coesive sia sul PMMA che sulla GFRP;
  • valutazione della resistenza dell’adesivo ad aggressione chimica prolungata nel tempo (180 giorni), verificando che il valore di adesione al supporto non diminuisca di più del 15% rispetto al valore di riferimento.

Test eseguiti

  • Determination of adhesion to substrates by spot adhesion (ASTM D 3808).

Procedure di aggressione chimica / shock termico

  • Resistance to chemicals and staining agents (inspired of UNI EN 14516).

Specifiche di aggressione chimica
L’aggressione chimica prolungata nel tempo (180 giorni) è avvenuta per completa immersione dei campioni in acqua avente le seguenti caratteristiche:

  • temperatura: ambiente;
  • concentrazione di NaCl: 4-8 g/l;
  • concentrazione di cloro libero: 2 ppm;
  • pH compreso tra: 6,5-7,5.

Preparazione aderendi
1. Flangia in PMMA:

  • pulizia mediante pulitore Dow BETACLEAN 3350.

Nota: la fase di pulizia consiste in una rapida passata con panno imbevuto di pulitore.


2. Retro vasca idromassaggio in GFRP:

  • carteggiatura con grana P36;
  • eliminazione polveri mediante aria compressa;
  • pulizia mediante pulitore Dow BETACLEAN 3350.

Nota: si è scelto di eseguire la carteggiatura in modo da simulare una superficie lavorata alla fresa.

« Elenco lavori